Startseite wird geladen
in Arbeit
Abstandhalter
Abstandhalter
Meine Videos
"Tra i servi del Nemico che hanno nomi, il massimo era lo spirito che gli Eldar chiamavano Sauron, ovvero Gorthaur il Crudele, che in origine era dei Maiar di Aulë e che continuò ad avere grande parte nella tradizione di quel popolo. In tutte le trame di Melkor, il Morgoth in Arda, in tutte le sue diramate opere e negli intrighi della sua malizia, Sauron aveva parte, ed era meno perfido del suo padrone solo in quanto a lungo aveva servito un altro anziché sé stesso. Ma in tardi anni si levò, simile ad ombra di Morgoth, e lo seguì passo passo, lungo il rovinoso sentiero che lo trasse giù nel vuoto."


Nel corso della sua esistenza Sauron fu noto con molti nomi: quando ancora era un Maia al servizio del Vala Aulë egli era conosciuto come Mairon che significa "Ammirabile". Dopo la sua corruzione ad opera di Melkor cambiò nome in Sauron che significa "Aborrito"; altre forme di questo nome sono Thauron e Thû. Egli non concede tuttavia a nessuno dei propri servitori, salvo ad alcuni suoi fedeli luogotenenti come la Bocca di Sauron, di pronunciare il suo nome. Durante le guerre del Beleriand contro gli Elfi assunse il nome di Gorthaur, che significa "Terrore Crudele". Con la sconfitta del suo signore egli fuggì nell'est della Terra di Mezzo, per poi riapparire quasi mille anni dopo sotto le mentite spoglie di Annatar che significa letteralmente "Signore dei Doni", cercando di irretire gli Elfi; durante quel periodo fu noto anche con i soprannom di Artano, che significa "Magnifico Fabbro", e Aulendil, ovvero "Caro ad Aulë", per la sua abilità nel creare artefatti magici. Durante la sua cattività a Númenor riassunse il suo nome di Mairon, ma i numenoreani lo chiamarono Zigûrun che in Adûnaico significa "Stregone".

Sauron è forse uno dei più potenti tra i Maiar, in grado di stare alla pari con Eönwë e Melian. La soglia dei suoi poteri è talmente grande che lo si può porre appena al di sotto degli Aratar, anche se la corruzione di Morgoth potrebbe averne affievolito l'essenza, seppur non di molto. Poiché è stato servitore di Aulë egli è particolarmente abile nella fabbricazione di artefatti magici ed è addentro a molti dei segreti della terra e delle sue risorse. Al massimo della sua potenza Sauron era in grado di proiettare la sua volontà e influenzare le menti in luoghi molto distanti, capacità che perse con la sottrazione dell'Unico da parte di Isildur; tuttavia è ancora in grado di esercitare tale potere servendosi di oggetti come i Palantír, e sono ben pochi (probabilmente nessuno) quelli in grado di resistere direttamente al suo influsso. In quanto Maia di Aulë e servitore di Morgoth egli ha il potere di manipolare a suo piacimento la materia che lo circonda. Inoltre anticamente Sauron aveva la facoltà di mutare il proprio aspetto: a seconda delle occasioni riusciva a trasformarsi in un animale, in un orribile demone oppure poteva assumere la forma rassicurante di un elfo o di un uomo per meglio ingannare le sue vittime. Nel Silmarillion si narra come per affrontare Huan si trasformò di un orrido mannaro ma, sconfitto, cercò prima di fuggire mutandosi in un vampiro alato, per poi tramutarsi in una nube scura e temporalesca una volta lasciato andare da Luthien. Dopo la sconfitta di Morgoth egli si presentò a Eonwë nella sua forma più bella impetrando il perdono, che tuttavia non gli fu concesso, poiché l'Araldo di Manwë non ne aveva il potere. Nella Seconda Era per due volte assunse la forma di un bellissimo elfo: la prima quando, con il nome di Annatar, insegnò ai Noldor dell'Eregion a forgiare gli Anelli del Potere, la seconda a Númenor quando col nome di Zigûrun, divenne il più intimo consigliere di Ar-Pharazôn. Dopo la distruzione dell'Ovesturia egli perse per sempre la facoltà di assumere la forma di elfo o qualsiasi altra creatura bella che esistesse in Arda, e da allora in poi poté trasformarsi unicamente in orride e spaventose forme.

Come specificato in precedenza Sauron un tempo aveva la facoltà di cambiare a piacimento il proprio aspetto, assumendo sia forme bellissime che orripilanti a seconda della situazione. A seguito dell'Akallabêth perse la facoltà di assumere belle forme, e da allora l'Oscuro Signore viene descritto come una figura umana spaventosa, molto alta (anche se non gigantesca), rappresentazione fisica della malizia e dell'odio del mondo. Benché ne Il Signore degli Anelli venga accennato al fatto che dopo la perdita dell'Anello non sarebbe più in grado di assumere forma fisica, Gollum afferma di averlo visto durante gli interrogatori a cui fu sottoposto a Barad-dûr, e lo descrive come una grande, malvagia, nera e terribile figura più alta di un uomo la cui mano nera (destra) aveva solo quattro dita; ciò fa pensare che, similmente a Morgoth con le ferite inflittegli da Fingolfin, egli non sia in grado di rigenerare il dito che gli fu tagliato da Isildur. Sauron è inoltre dotato di una grande intelligenza ed è un esperto manipolatore, esattamente come il suo Signore Morgoth. Tuttavia tra Melkor e il suo Luogotenente esisteva una differenza fondamentale: il Vala ribelle infatti voleva il dominio incontrastato di Arda intera ed era disposto a distruggere il mondo, mentre Sauron era invece più misurato nei suoi obiettivi: egli infatti, avendo servito Aulë per molto tempo, aveva una grande passione nel creare oggetti e, a differenza del suo Signore, non voleva l'intera Arda ma si sarebbe accontentato della Terra di Mezzo al fine di dominarla e plasmarla a suo piacimento.

Über mich
Avatar Bild
Online-Status
Zigurun
Avatar since: 15.10.2017

Male
Italy
Last log on:

Ash nazg durbatulûk
Meine Sandkiste
Utumno

My dark places:



Abstandhalter
Advertising Werbung soll weg? Werde VIP!
Du willst diese Anzeigen nicht sehen? Werde VIP-Mitglied!



Du willst diese Anzeigen nicht sehen? Werde VIP-Mitglied!